Cinque Terre

Bianco


Un vino che ha una storia di più di 2000 anni che al contrario dello sciacchetrà non ha avuto la stessa pubblicità nei secoli ma che soprattutto negli ultimi 20 anni sta tornando alla ribalta grazie alla sua unicità


SCHEDA TECNICA

luogo di origine dell’uva: vigneti siti nel comune di Riomaggiore (altezze da 0 a 120 mslm)
vitigno: Bosco, Rossese bianca, Albarola, Piccabon, Frapelao.
esposizione: sud est
suolo: scistoso, roccioso e resti di arenaria. Acido.
clone:: varietà usate nelle Cinque Terre e pressochè sconosciute altrove.
portainnesto:: per i nuovi impianti  usiamo portainnesti pulsen che sopportino la siccità e che tendano ad allungare le radici in profondità per bloccare lo scivolamento a mare.
resa per ettaro: 40/50 Q.li
vendemmia: anticipata rispetto alla tradizione, per godere di una più alta acidità.
vinificazione: diraspatura, e messa a fermentare per 4 giorni insieme alle bucce, dopo viene separato dalle bucce e lasciato in acciaio per altri 4 giorni, dopo la parte alta della botte continua a fermentare in acciaio, mentre la bassa viene messa in barrique.
affinamento: in barrique di rovere e di acacia.
grado alcolico: 12% – 13.5%
bottiglie prodotte: 5000/8000
colore: giallo dorato.
profumo: di macchia mediterranea, aromatico intesno, mìnerale.
gusto: sapido e molto persistente a tratti spigoloso.